Particolare di buratto
Burattatrici
Vibrofinitore

Silco e' lieta di rappresentare la società Vibrochimica, leader nel settore dei trattamenti di burattatura.

Cos'è la burattatura o vibrofinitura
Con il termine burattatura o vibrofinitura si indica quel processo usato per la rimozione meccanica dei residui di lavorazione di stampaggio o fusione, in particolare della bava. La burattatura o vibrofinitura, avviene per rotolamento e urto dei prodotti da burattare, con materiale abrasivo e/o materiale liquido detergente chimico inserito nel buratto o vibrofinitore.

Silco e Vibrochimica
Dal settembre 2009 la Silco srl è l'unica rappresentante per il Piemonte della Vibrochimica.

Vibrochimica è un’azienda leader nella produzione di macchine ed impianti di vibrofinitura ed opera dal 1972.
La peculiarità degli impianti Vibrochimica è rappresentata dalla loro robustezza ed affidabilità. Per questo motivo sono utilizzati dalla maggior parte dei conto terzisti italiani e per le applicazioni pesanti o quando sono richiesti cicli di finitura continuativi e/o prolungati.

Altri particolari sulla burattatura o vibrofinitura
La burattatura, vibrofinitura è eseguita tramite le burattatrici o i buratti, è una fase di lavorazione indispensabile per la rimozione meccanica di residui di substrato, in particolare bava, dovuti alla lavorazione come stampaggio e fusione o lavorazione meccanica per asportazione di truciolo.
La burattatura è particolarmente adatta per dare una finitura superficiale ad un numero elevato di pezzi, di varie dimensioni. Avviene per rotolamento e urto dei pezzi in un barile (buratto) con materiale abrasivo sagomato allo scopo (ceramici, plastici, ureici), e detergenti che velocizzano l'operazione. La velocità e l’ampiezza di rotazione del buratto influenza la rapidità di lavorazione.

SILCO s.r.l.
unico rivenditore autorizzato in Piemonte per Vibrochimica